Iscriviti alla...

Iscriviti alla...
inserisci il tuo indirizzo email nel form qua sotto e rimani aggiornato in tempo reale su tutte le novità del sito.

Inserisci qui la tua e-mail

martedì 20 marzo 2012

Pasqua: La leggenda della Lepre sulla Luna e il significato dell'uovo di Pasqua

la lepre lunare ha un pestello
e un mortaio con cui prepara
un elisir di immortalità
 
[...] Si dice che i disegni sulla superficie della luna piena raffigurino una lepre, ricordo dell'associazione dell'animale con divinità lunari. Questa raffigurazione della "lepre nella luna" appare nelle tradizioni cinesi, europee, africane e indiane.
Nella tradizione buddhista le leggende narrano come una lepre si sacrificcasse per nutrire Buddha affamato balzando nel fuoco. In segno di gratitudine Buddha impresse l'immagine dell'animale sulla luna. [...] in Cina la lepre lunare ha un pestello e un mortaio con cui prepara un elisir di immortalità e figure di lepri e conigli vengono costruite in occasioni delle feste lunari. La lepre è considerato un animale Yin che viene dal Polo Nord recando il saluto della Dea della Luna. Amuleti di Giada verde raffiguranti la lepre sono costruiti e regalati per augurare buona sorte.
[...] Nel folklore europeo la lepre è stata associata allo spirito del grano, siccome ha l'abitudine di nascondersi nei campi di grano fino alla mietitura, tanto che l'ultimo covone veniva chiamato, tra gli altri nomi, "la lepre". Ma la lepre è stata collegata anche alla fertilità e alla sessualità vigorosa, essendo una generatrice veloce e prolifica. I Greci la consideravano sacra ad Afrodite e a suo figlio Eros. Filostrato diceva che il sacrificio più adato per Afrodite era la lepre, in quanto essa possiede il suo dono di fecondità in grado superlativo.
Come molti animali sacri all'antichità, anche la lepre subì nel Medioevo un processo di demonizzazione e venne ritenuta animale di cattivo auspicio, in cui le streghe si trasformavano. Si pensava che una lepre bianca fosse presagio di morte e abbondarono le storie di ferite inflitte a lepri, ferite rinvenute il giorno dopo su qualche donna. In Cornovaglia si raccontava che le ragazze morte dopo essere state abbandonate dai loro innamorati si trasformavano in lepri bianche per perseguitare i loro amanti infedeli!
Ma l'immagine della lepre, fortunatamente, ha incontrato un destino meno lugubre: la lepre di Eostre (Ostara) che deponeva l'uovo della nuova vita per annunciare la nascita dell'anno è diventata l'odieno coniglio di Pasqua che porta in dono le uova, altro simbolo di fertilità.
Al giorno d'oggi la ricorrenza della Pasqua ci ripropone ogni anno il tradizionale consumo e dono di uova, da quelle di cioccolato con la sorpresa a quelle naturali decorate a mano [...]
Ma che cosa rappresenta l'uovo e perchè gioca un ruolo così importante nelle tradizioni pasquali?
In realtà, l'attuale uovo di Pasqua ha origini pre-cristiane, essendo un antichissimo simbolo di vita, di creazione e di rinascita.
Come simbolo d'iniziazione l'uovo simboleggia il due-volte-nato, essendo la sua deposizione una prima nascita e la schiusa la seconda. [...] In numerose mitologie l'uovo primordiale, embrione e germe di vita, è il primo essere a emergere dal Caos. Non sinonimo di confusione o distruzione, bensì di condizione primordiale che contiene la potenzialità di tutte le cose esistenti, il Caos è la forza vitale generatrice di tutto ciò che esiste. E' "l'Uovo del mondo" covata da una Grande Dea e dischiuso dal Dio Sole. L'uovo è il principio da cui nascono tutte le cose, portando in manifestazione tutto ciò che prima era solo allo stato potenziale. Nell'alchimia l'uovo è il vaso mistico in cui si compie la trasmutazione, un modello della creazione in scala ridotta.
[...] In altre tradizioni il tuorlo è il Dio Sole e il guscio la Dea: l'uovo del mondo deposto da una Dea veniva infatti dischiuso dal calore del Solem come si è detto.
In molte leggende egizie, l'Oca del Nilo, la Grande Dea, deponeva un uovo da cui nasceva Ra, il Sole.
[...] Ma in Grecia esisteva un mito più antico: Eurinome, Dea di Tutte le Cose, cioè il Caos primigenio, per scaldarsi si mese a danzare nuda sulle onde delle acque primordiali e poi strofinò tra le proprie mani il Vento del Nord. Da tale gesto nacque un serpente, Ofione, che si accoppiò con la Grande Dea. Eurinome per accoppiarsi con Ofione si tramutò in colomba e dopo l'amplesso depose l'uovo universale.
[...] Una leggenda egizia narra come Kneph, il serpente primordiale, produsse l'uovo cosmico dalla propria bocca. [...] Del resto, il serpente rappresenta in molte tradizioni la rinascita, come l'uovo...
Osservando da vicino i simboli ci si accorge come essi in realtà si rispecchino l'uno nell'altro, si generino l'uno dall'altro in un gioco infinito e universale. E' nato prima l'uovo o la gallina? O il serpente? O la colomba? Domande che rivelano tutti i limiti della nostra logica razionale e meccanistica...
La pianta sacra all'Equinozio di Primavera è il trifoglio. Pianta simbolo dell'Irlanda, della quale si dice che San Patrizio, evangelizzatore dell'isola, la usasse per spiegare la Trinità cristiana (incidentalmente la festa di San Patrizio ricorre il 17 mazo, in prossimità dell'equinozio). In realtà si tratta di una tradizione tarda risalente al XVIII secolo e il trifoglio non era altro che la triskele, la ruota solare a tre bracci, mentre la varità a quattro foglie rappresentava la croce celtica, la ruota solare, il cerchio magico delle quattro direzioni: tutti simboli molto più antici del Cristianesimo.


FONTE: "Feste Pagane-Alla riscoperta della Ruota dell'Anno e della dimensione magica del Tempo" di Roberto Fatto, Macro Edizioni.

Per acquistare il libro clicca qui: http://www.macrolibrarsi.it/libri/__feste_pagane.php

2 commenti:

Cerridedwen ha detto...

Blog veramente pieno di informazioni interessantissime,i miei complimenti.:)

Weasol ha detto...

Grazie mille!!! Spero di fare di meglio :)